<p>Nuovi ETPs:<small class="text-black ps-2">FTSE MIB</small></p>

Researches By 3lmo

Tutti e tre i principali indici si sono mossi in rialzo la scorsa settimana, alimentati principalmente dalla rivalutazione degli investitori sulla forza dell’economia e, di conseguenza, da un possibile allentamento dell’attuale politica monetaria della Fed. I JOLTS più deboli del previsto e i dati sulla fiducia dei consumatori dell’inizio della scorsa settimana hanno apparentemente accentuato i commenti di Jackson Hole “procedi con cautela” del presidente della Fed Powell, aumentando le aspettative di una Fed meno aggressiva, spingendo i tassi del Tesoro al ribasso e i prezzi delle azioni al rialzo. Più (ma meno) la stessa situazione è seguita da una revisione inaspettata al di sotto del PIL del secondo trimestre. La pubblicazione dell’indice dei prezzi PCE di giovedì, pur riflettendo in generale un rallentamento dell’inflazione core e principale, ha anche mostrato un’inflazione dei salari e dei servizi ancora più elevata di quella desiderata (dalla Fed), aumentando (almeno momentaneamente) l’incertezza riguardo al futuro corso d’azione della Fed. Anche il rapporto sull’occupazione di venerdì, più debole del previsto, ha apparentemente aumentato l’incertezza con la creazione di posti di lavoro inferiori alle attese controbilanciate da una crescita salariale leggermente superiore al previsto. I tassi dei titoli del Tesoro a 10 anni, in calo di 13 punti base fino a giovedì, sono aumentati di 8 punti base venerdì (a seguito del rapporto sull'occupazione), chiudendo la settimana in ribasso di 5 punti base. Il movimento al ribasso è stato interamente dovuto al calo delle aspettative di inflazione a 10 anni. Nel corso della settimana, l'indice S&P 500 è salito del 2,5% a 4.515,77, l'indice Nasdaq Composite è salito del 3,3% a 14.031,82, il Dow Jones Industrial Average è salito dell'1,4% a 34.838,01, il tasso del Tesoro statunitense a 10 anni è sceso di 5 punti base al 4,18% e il tasso del Tesoro statunitense a 10 anni è salito di 5 punti base al 4,18%. il dollaro (misurato dall’indice ICE del dollaro USA – DXY) si è rafforzato dello 0,2%.

Argomento: Telecoms , Financials , Basic Materials , Healthcare , Industrials , Technology

Tipo di pubblicazione: Market Commentaries

The Long and Short of it, week ending 01 Sep 2023 IT

05 settembre, 2023 | GraniteShares
Tutti e tre i principali indici si sono mossi in rialzo la scorsa settimana, alimentati principalmente dalla rivalutazione degli investitori sulla forza dell’economia e, di conseguenza, da un possibile allentamento dell’attuale politica monetaria della Fed. I JOLTS più deboli del previsto e i dati sulla fiducia dei consumatori dell’inizio della scorsa settimana hanno apparentemente accentuato i commenti di Jackson Hole “procedi con cautela” del presidente della Fed Powell, aumentando le aspettative di una Fed meno aggressiva, spingendo i tassi del Tesoro al ribasso e i prezzi delle azioni al rialzo. Più (ma meno) la stessa situazione è seguita da una revisione inaspettata al di sotto del PIL del secondo trimestre. La pubblicazione dell’indice dei prezzi PCE di giovedì, pur riflettendo in generale un rallentamento dell’inflazione core e principale, ha anche mostrato un’inflazione dei salari e dei servizi ancora più elevata di quella desiderata (dalla Fed), aumentando (almeno momentaneamente) l’incertezza riguardo al futuro corso d’azione della Fed. Anche il rapporto sull’occupazione di venerdì, più debole del previsto, ha apparentemente aumentato l’incertezza con la creazione di posti di lavoro inferiori alle attese controbilanciate da una crescita salariale leggermente superiore al previsto. I tassi dei titoli del Tesoro a 10 anni, in calo di 13 punti base fino a giovedì, sono aumentati di 8 punti base venerdì (a seguito del rapporto sull'occupazione), chiudendo la settimana in ribasso di 5 punti base. Il movimento al ribasso è stato interamente dovuto al calo delle aspettative di inflazione a 10 anni. Nel corso della settimana, l'indice S&P 500 è salito del 2,5% a 4.515,77, l'indice Nasdaq Composite è salito del 3,3% a 14.031,82, il Dow Jones Industrial Average è salito dell'1,4% a 34.838,01, il tasso del Tesoro statunitense a 10 anni è sceso di 5 punti base al 4,18% e il tasso del Tesoro statunitense a 10 anni è salito di 5 punti base al 4,18%. il dollaro (misurato dall’indice ICE del dollaro USA – DXY) si è rafforzato dello 0,2%.

QUESTO DOCUMENTO È IMPORTANTE E RICHIEDE LA TUA IMMEDIATA ATTENZIONE. In caso di dubbi sull'azione da intraprendere, si consiglia di consultare il proprio consulente finanziario indipendente.

Argomento: Industrials

Tipo di pubblicazione: Regulatory News

3LMO - NOTICE OF AMENDMENT OF MRA 20220310 IT

10 marzo, 2022 | GraniteShares
QUESTO DOCUMENTO È IMPORTANTE E RICHIEDE LA TUA IMMEDIATA ATTENZIONE. In caso di dubbi sull'azione da intraprendere, si consiglia di consultare il proprio consulente finanziario indipendente.