Avviso: Divisione inversa attivata 3SPA(1:8,500), 3SMI(1:35,000) and 3SSQ(1:16,00)

<!--<p>Nuovi ETPs:<small class="text-black ps-2">FTSE MIB</small></p>-->
<p>Avviso: <small class="text-black ps-2"> <small class="text-black ps-2">Divisione inversa attivata 3SPA(1:8,500), 3SMI(1:35,000) and 3SSQ(1:16,00)</small></small></p>

Researches By Fang

Il mercato del lavoro negli Stati Uniti ha chiuso il 2023 in una posizione solida, con il ritmo delle assunzioni che si è rivelato ancora più potente del previsto, come riferito dal Dipartimento del Lavoro il 5 gennaio.

Argomento: Technology

Tipo di pubblicazione: Articles , Investimenti

US Employment Report: December Insights

10 gennaio, 2024 | GraniteShares
Il mercato del lavoro negli Stati Uniti ha chiuso il 2023 in una posizione solida, con il ritmo delle assunzioni che si è rivelato ancora più potente del previsto, come riferito dal Dipartimento del Lavoro il 5 gennaio.

Nel panorama dei mercati finanziari, il 2024 si prospetta come un anno cruciale per gli investitori, con il focus dell’attenzione posto ancora sulle cosiddette "Magnificent Seven", o “Magnifiche Sette”, e sui titoli FAANG. Le "Magnificent Seven" sono un gruppo di grandi aziende che operano in diverse industrie. FAANG è invece un acronimo per indicare il gruppo di società costituito da Facebook, Apple, Amazon, Netflix, Google.

Argomento: Technology

Tipo di pubblicazione: Articles , Investimenti

Le “Magnificent Seven” e gli ETP FAANG nel 2024

10 gennaio, 2024 | GraniteShares
Nel panorama dei mercati finanziari, il 2024 si prospetta come un anno cruciale per gli investitori, con il focus dell’attenzione posto ancora sulle cosiddette "Magnificent Seven", o “Magnifiche Sette”, e sui titoli FAANG. Le "Magnificent Seven" sono un gruppo di grandi aziende che operano in diverse industrie. FAANG è invece un acronimo per indicare il gruppo di società costituito da Facebook, Apple, Amazon, Netflix, Google.

Un'altra settimana positiva per i principali indici azionari, con l'indice Nasdaq Composite che ha nettamente sovraperformato sia l'indice S&P 500 che il Dow Jones Industrial Average. È interessante notare che la maggior parte dei guadagni della settimana sono arrivati venerdì, apparentemente senza alcuna notizia reale. La scorsa settimana i tassi dei titoli del Tesoro a lungo termine sono stati alquanto volatili, con tassi in calo che hanno per lo più fatto precipitare i livelli degli indici azionari più alti e viceversa. Fino a mercoledì, i tassi dei titoli del Tesoro a 10 anni sono scesi di 11 punti base, supportati dalle aspettative esistenti di “tassi di picco” (sulla base di dati economici deboli (negli Stati Uniti e a livello globale) e da un’asta dei titoli del Tesoro a 10 anni migliore del previsto. I tassi hanno registrato una brusca inversione giovedì. dopo i commenti del presidente della Fed Powell secondo cui potrebbero essere necessari ulteriori aumenti dei tassi e dopo un'asta di titoli del Tesoro trentennali peggiore del previsto. Venerdì i mercati hanno registrato un forte rialzo, portando tutti e 3 i principali livelli degli indici al rialzo nel corso della settimana. Per la settimana, l'indice S&P 500 L'indice è salito dell'1,3% a 4.415,24, il Nasdaq Composite Index ha guadagnato il 2,4% a 13.798,11, il Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,7% a 34.283,10, il tasso del Tesoro statunitense a 10 anni è salito di 7 punti base al 4,65% e il dollaro USA (misurato dall'ICE U.S. L’indice del dollaro – DXY) si è apprezzato dello 0,8%.

Argomento: Telecoms , Financials , Basic Materials , Energy , Industrials , Technology

Tipo di pubblicazione: Market Commentaries

The Long and Short of it, week ending 10 Nov 2023 IT

14 novembre, 2023 | GraniteShares
Un'altra settimana positiva per i principali indici azionari, con l'indice Nasdaq Composite che ha nettamente sovraperformato sia l'indice S&P 500 che il Dow Jones Industrial Average. È interessante notare che la maggior parte dei guadagni della settimana sono arrivati venerdì, apparentemente senza alcuna notizia reale. La scorsa settimana i tassi dei titoli del Tesoro a lungo termine sono stati alquanto volatili, con tassi in calo che hanno per lo più fatto precipitare i livelli degli indici azionari più alti e viceversa. Fino a mercoledì, i tassi dei titoli del Tesoro a 10 anni sono scesi di 11 punti base, supportati dalle aspettative esistenti di “tassi di picco” (sulla base di dati economici deboli (negli Stati Uniti e a livello globale) e da un’asta dei titoli del Tesoro a 10 anni migliore del previsto. I tassi hanno registrato una brusca inversione giovedì. dopo i commenti del presidente della Fed Powell secondo cui potrebbero essere necessari ulteriori aumenti dei tassi e dopo un'asta di titoli del Tesoro trentennali peggiore del previsto. Venerdì i mercati hanno registrato un forte rialzo, portando tutti e 3 i principali livelli degli indici al rialzo nel corso della settimana. Per la settimana, l'indice S&P 500 L'indice è salito dell'1,3% a 4.415,24, il Nasdaq Composite Index ha guadagnato il 2,4% a 13.798,11, il Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,7% a 34.283,10, il tasso del Tesoro statunitense a 10 anni è salito di 7 punti base al 4,65% e il dollaro USA (misurato dall'ICE U.S. L’indice del dollaro – DXY) si è apprezzato dello 0,8%.

Tutti e tre i principali indici si sono mossi in rialzo la scorsa settimana, alimentati principalmente dalla rivalutazione degli investitori sulla forza dell’economia e, di conseguenza, da un possibile allentamento dell’attuale politica monetaria della Fed. I JOLTS più deboli del previsto e i dati sulla fiducia dei consumatori dell’inizio della scorsa settimana hanno apparentemente accentuato i commenti di Jackson Hole “procedi con cautela” del presidente della Fed Powell, aumentando le aspettative di una Fed meno aggressiva, spingendo i tassi del Tesoro al ribasso e i prezzi delle azioni al rialzo. Più (ma meno) la stessa situazione è seguita da una revisione inaspettata al di sotto del PIL del secondo trimestre. La pubblicazione dell’indice dei prezzi PCE di giovedì, pur riflettendo in generale un rallentamento dell’inflazione core e principale, ha anche mostrato un’inflazione dei salari e dei servizi ancora più elevata di quella desiderata (dalla Fed), aumentando (almeno momentaneamente) l’incertezza riguardo al futuro corso d’azione della Fed. Anche il rapporto sull’occupazione di venerdì, più debole del previsto, ha apparentemente aumentato l’incertezza con la creazione di posti di lavoro inferiori alle attese controbilanciate da una crescita salariale leggermente superiore al previsto. I tassi dei titoli del Tesoro a 10 anni, in calo di 13 punti base fino a giovedì, sono aumentati di 8 punti base venerdì (a seguito del rapporto sull'occupazione), chiudendo la settimana in ribasso di 5 punti base. Il movimento al ribasso è stato interamente dovuto al calo delle aspettative di inflazione a 10 anni. Nel corso della settimana, l'indice S&P 500 è salito del 2,5% a 4.515,77, l'indice Nasdaq Composite è salito del 3,3% a 14.031,82, il Dow Jones Industrial Average è salito dell'1,4% a 34.838,01, il tasso del Tesoro statunitense a 10 anni è sceso di 5 punti base al 4,18% e il tasso del Tesoro statunitense a 10 anni è salito di 5 punti base al 4,18%. il dollaro (misurato dall’indice ICE del dollaro USA – DXY) si è rafforzato dello 0,2%.

Argomento: Telecoms , Financials , Basic Materials , Healthcare , Industrials , Technology

Tipo di pubblicazione: Market Commentaries

The Long and Short of it, week ending 01 Sep 2023 IT

05 settembre, 2023 | GraniteShares
Tutti e tre i principali indici si sono mossi in rialzo la scorsa settimana, alimentati principalmente dalla rivalutazione degli investitori sulla forza dell’economia e, di conseguenza, da un possibile allentamento dell’attuale politica monetaria della Fed. I JOLTS più deboli del previsto e i dati sulla fiducia dei consumatori dell’inizio della scorsa settimana hanno apparentemente accentuato i commenti di Jackson Hole “procedi con cautela” del presidente della Fed Powell, aumentando le aspettative di una Fed meno aggressiva, spingendo i tassi del Tesoro al ribasso e i prezzi delle azioni al rialzo. Più (ma meno) la stessa situazione è seguita da una revisione inaspettata al di sotto del PIL del secondo trimestre. La pubblicazione dell’indice dei prezzi PCE di giovedì, pur riflettendo in generale un rallentamento dell’inflazione core e principale, ha anche mostrato un’inflazione dei salari e dei servizi ancora più elevata di quella desiderata (dalla Fed), aumentando (almeno momentaneamente) l’incertezza riguardo al futuro corso d’azione della Fed. Anche il rapporto sull’occupazione di venerdì, più debole del previsto, ha apparentemente aumentato l’incertezza con la creazione di posti di lavoro inferiori alle attese controbilanciate da una crescita salariale leggermente superiore al previsto. I tassi dei titoli del Tesoro a 10 anni, in calo di 13 punti base fino a giovedì, sono aumentati di 8 punti base venerdì (a seguito del rapporto sull'occupazione), chiudendo la settimana in ribasso di 5 punti base. Il movimento al ribasso è stato interamente dovuto al calo delle aspettative di inflazione a 10 anni. Nel corso della settimana, l'indice S&P 500 è salito del 2,5% a 4.515,77, l'indice Nasdaq Composite è salito del 3,3% a 14.031,82, il Dow Jones Industrial Average è salito dell'1,4% a 34.838,01, il tasso del Tesoro statunitense a 10 anni è sceso di 5 punti base al 4,18% e il tasso del Tesoro statunitense a 10 anni è salito di 5 punti base al 4,18%. il dollaro (misurato dall’indice ICE del dollaro USA – DXY) si è rafforzato dello 0,2%.

Sia gli investitori che i gestori di hedge fund diversificano i loro portafogli investendo negli ETF FANG. Cosa sono le azioni FANG e perché sono così popolari? Esamineremo come si comportano le azioni FANG e perché queste azioni sono redditizie. Che tu preferisca strategie di investimento a lungo oa breve termine, FANG beneficia di entrambe. Spiegheremo perché questi leader del settore valgono il tuo investimento.

Argomento: FAANG , GAFAM , FATANG

Tipo di pubblicazione: ETP and Industry

Come investire negli ETF FANG

03 novembre, 2021 | GraniteShares
Sia gli investitori che i gestori di hedge fund diversificano i loro portafogli investendo negli ETF FANG. Cosa sono le azioni FANG e perché sono così popolari? Esamineremo come si comportano le azioni FANG e perché queste azioni sono redditizie. Che tu preferisca strategie di investimento a lungo oa breve termine, FANG beneficia di entrambe. Spiegheremo perché questi leader del settore valgono il tuo investimento.

f