<p>Nuovi ETPs:<small class="text-black ps-2">FTSE MIB</small></p>

Le “Magnificent Seven” e gli ETP FAANG nel 2024

Inserito:
Argomento: Technology
Tipo di pubblicazione: Articles , Investimenti

Nel panorama dei mercati finanziari, il 2024 si prospetta come un anno cruciale per gli investitori, con il focus dell’attenzione posto ancora sulle cosiddette "Magnificent Seven", o “Magnifiche Sette”, e sui titoli FAANG. Le "Magnificent Seven" sono un gruppo di grandi aziende che operano in diverse industrie. FAANG è invece un acronimo per indicare il gruppo di società costituito da Facebook, Apple, Amazon, Netflix, Google.

Mentre l'economia globale continua a evolversi, questo articolo analizza le complessità di alcune di queste società, approfondendo le loro performance individuali, gli sviluppi, i rischi e le tendenze di mercato predominanti che plasmano il clima degli investimenti, generando opportunità interessanti per il 2024.

 

Società cosiddette "Magnificent Seven"

Il termine "Magnificent Seven" si riferisce a un basket delle azioni statunitensi più performanti, ovvero Microsoft, Amazon, Meta (precedentemente Facebook), Apple, Alphabet (la società madre di Google), Nvidia e Tesla.

L'origine del termine "Magnificent Seven" risale al celebre film western del 1960, "I magnifici sette", diretto da John Sturges. Il termine ha trovato nuova vita nel mondo finanziario, specificamente nel settore tecnologico, per descrivere un gruppo di sette blue chip eccezionalmente performanti e con elevata capitalizzazione.

Coniato dall'analista di Bank of America Michael Hartnett nel 2023, il termine racchiude aziende riconosciute per la loro competitività e dominanza di mercato, impatto tecnologico e significativi contributi ai cambiamenti nel comportamento dei consumatori e nelle tendenze economiche.

Performance delle "Magnificent Seven" nel 2023

Nel 2023, le azioni delle Magnificent Seven hanno significativamente superato le performance degli indici principali degli Stati Uniti. Un catalizzatore notevole per questo successo è stato l'avanzamento legato all'intelligenza artificiale (IA) all'interno di diverse di queste aziende.

Dopo un 2022 impegnativo per i mercati statunitensi, contrassegnato dalle prestazioni più deboli dell'S&P 500 dalla Grande Recessione, il 2023 ha visto un notevole rimbalzo di mercato. L'indice S&P 500 è cresciuto di oltre il +24,87% al 27 dicembre 2023, trainato dai consistenti guadagni dei rinomati "Magnificent 7". (Fonte: S&P 500).

In particolare, le azioni di Nvidia hanno dimostrato una crescita eccezionale, triplicando il loro valore dall'inizio del 2023, mentre Meta e Tesla hanno più che raddoppiato nel corso dell'anno. Nel medesimo periodo, le azioni di Amazon sono aumentate dell'80%, mentre Apple, Alphabet e Microsoft hanno registrato una crescita di quasi il 60%.

In netto contrasto, le restanti 493 azioni che compongono l'indice S&P 500, ironicamente definite le "Meager 493" da Mike Dickson, Head of Research presso Horizon Investments, hanno mostrato collettivamente un modesto guadagno del 7,5% alla prima settimana di dicembre 2023. Questa netta divergenza nelle performance sottolinea l'importante impatto dei Magnificent 7 nel trainare il più ampio rilancio del mercato, riflettendo la loro dominante influenza e robusta performance durante l'intero anno.

Nel 2023, l'indice S&P 500 ha guadagnato il 20%, e il 76% di quel guadagno può essere attribuito a sette azioni specifiche. Queste sette aziende hanno collettivamente un valore di mercato di $11,5 trilioni (Fonte: Business Insider)

Bearish and Bullish Investors

Fonte: Bloomberg, al giorno 12/01/23

Performance delle azioni “Magnificent Seven”

Titoli

6 mesi

1 anno

5 anni

Microsoft

12.24%

60.35%

274.60%

Amazon

20.29%

80.04%

108.19%

Meta

27.72%

211%

169.95%

Apple

2.26%

53.82%

396.36%

Alphabet

17.98%

63.35%

168.51%

Nvidia

21.51%

253.39%

1,384.74%

Tesla

-1.29%

125.52%

1,041.87%

Fonte: Google Finance al 28 dicembre 2023.

ETP FAANG: Navigare nelle dinamiche di mercato

Il panorama degli investimenti è stato significativamente plasmato dall'emergere degli ETP FAANG, uno strumento di investimento che raggruppa la forza collettiva delle iconiche azioni FAANG - Facebook (Meta), Amazon, Apple, Netflix e la casa madre di Google, Alphabet. Questi ETP offrono agli investitori un approccio diversificato e semplificato per ottenere esposizione a questi giganti tecnologici, consentendo loro di capitalizzare sulle performance combinate delle azioni FAANG.

La performance storica degli ETP FAANG è stata strettamente legata al successo dei singoli componenti FAANG, con la loro influenza collettiva nel settore tecnologico che li ha resi un punto focale per molti investitori alla ricerca di opportunità di crescita.

Gli ETP FAANG funzionano come strumenti di investimento che riflettono le performance delle azioni FAANG. Gli investitori possono ottenere esposizione al settore tecnologico attraverso un singolo veicolo di investimento, mitigando così il rischio e ottenendo diversificazione.

L’ETP FAANG di Graniteshares nel 2023 è cresciuto del +90,56%, offrendo agli investitori un modo diversificato ed efficiente per ottenere esposizione equi-pesata ad alcune delle più importanti e performanti aziende tecnologiche presenti sul mercato. Questi ETP forniscono un facile canale per partecipare al potenziale di crescita dei principali giganti tecnologici, beneficiando della loro innovazione, solida performance finanziaria e impatto globale sul mercato. (Fonte: Graniteshares)

Aspettative per il 2024

Secondo gli analisti di UBS, Goldman Sachs e CNBC, le azioni tecnologiche delle "Magnificent Seven" nel 2024 continueranno a superare il resto dell'S&P 500 trainate dal boom dell'Intelligenza Artificiale (IA).

Per quanto riguarda le aspettative sull'IA nel 2024 e oltre, l'IA generativa emerge come una tecnologia potenzialmente rivoluzionaria. I modelli storici rivelano che l'introduzione di nuove tecnologie ha costantemente generato valore attraverso vari settori nella catena del valore dell'innovazione. L'IA generativa rappresenta l'illustrazione più recente di una tecnologia rivoluzionaria, che porterà benefici economici diffusi all'economia complessiva.

La crescita prevista nella domanda globale di IA è considerevole, proiettata a crescere da 28 miliardi di dollari americani nel 2022 a un impressionante valore di 300 miliardi di dollari entro il 2027, secondo i dati di Bloomberg Intelligence. Questa previsione riflette un robusto tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 61%.

All'interno di questo trend, ci si aspetta che il segmento dell'infrastruttura AI cresca in modo significativo del 38%, mentre il segmento delle applicazioni e dei modelli è previsto crescere del 139%. In particolare, è identificato un rischio al rialzo per queste stime, trainato da un outlook sempre più chiaro delle spese per l'infrastruttura e dalla crescente domanda di applicazioni di IA attraverso vari settori. (Fonte: UBS)

Microsoft (MSFT)

Le azioni del gigante tecnologico Microsoft hanno vissuto un notevole aumento, registrando un guadagno di quasi il 60% durante l'anno 2023. Questo aumento è attribuito, in parte, all'interesse crescente attorno all'IA.

Microsoft

Fonte: Tradingview al 2 gennaio 2024

La posizione di Microsoft come player significativo nel panorama dell'IA è rafforzata non solo dai suoi strumenti e hardware AI proprietari, ma anche dalla sua partnership strategica con OpenAI, il creatore di ChatGPT. La collaborazione, contrassegnata da un "investimento pluriennale e multimiliardario per accelerare le scoperte nell'IA", ha attirato l'attenzione consistente degli investitori, contribuendo alla leadership di Microsoft nella competitiva arena dell'artificial intelligence.

Il momentum di Microsoft nell'IA è destinato a continuare nel 2024, sostenuto dalla solida partnership con OpenAI. L'impegno dell'azienda nello sviluppo delle tecnologie AI posiziona Microsoft come uno dei leader nella continua corsa all'IA, assicurando un interesse sostenuto degli investitori nell'anno a venire.

Google - Alphabet (GOOGL)

Nel 2023, le azioni della casa madre di Google, Alphabet, sono aumentate di quasi il 60%, trainate dall'entusiasmo crescente per i progressi dell'azienda nell'IA. Gli achievement di Alphabet legati all'intelligenza artificiale sono stati notevoli, con il lancio di Bard, un chatbot, e Gemini, un Large Language Model (LLM).

Google - Alphabet (GOOGL)

Fonte: Tradingview al 2 gennaio 2024

Nel febbraio 2023, è stato introdotto Bard. Nonostante una dimostrazione iniziale meno che perfetta, Bard è stato oggetto di aggiornamenti, affermandosi come un'alternativa credibile a ChatGPT. Inoltre, all'inizio di dicembre, Alphabet ha svelato Gemini, il suo modello AI LLM proprietario, mostrando una performance superiore rispetto al GPT-4 di OpenAI.

Guardando al futuro nel 2024, Google ha dichiarato piani per introdurre Gemini Ultra, descritto come il "modello più grande e capace per compiti altamente complessi", a seguito di ulteriori perfezionamenti. Questo modello avanzato è programmato per alimentare Bard Advanced, sottolineando l'impegno continuo di Google nello sviluppo dell'intelligenza artificiale e nel superare i limiti dei modelli AI sofisticati. Questi sviluppi sottolineano la dedizione di Google nel mantenere una posizione di primo piano nell'innovazione dell'IA e nel fornire agli utenti strumenti sempre più potenti.

Amazon (AMZN)

Nel 2023, le azioni di Amazon sono cresciute del +87,5%, trainate anche da significativi progressi nel campo dell'IA. L'introduzione di Bedrock attraverso Amazon Web Services (AWS) ha segnato una mossa significativa, offrendo un servizio completamente gestito che facilita l'accesso a modelli di base leader per applicazioni di intelligenza artificiale generativa. Amazon ha rafforzato la sua presenza nell'IA con il lancio di Q, un assistente GenAI su AWS, e la presentazione di chip AWS progettati su misura e ottimizzati per applicazioni GenAI nel novembre 2023.

Amazon

Fonte: Tradingview al 2 gennaio 2024

Amazon ha ulteriormente potenziato le sue capacità di intelligenza artificiale con un consistente investimento multimiliardario, impegnando fino a 4 miliardi di dollari di finanziamento per Anthropic, un'azienda di intelligenza artificiale che sta facendo scalpore nel settore. Questa mossa strategica posiziona Amazon per una competizione efficace con ChatGPT di Microsoft e Bard di Google.

Nvidia (NVDA)

Nel 2023, Nvidia si è distinta tra le Magnifiche 7 come un significativo beneficiario del boom dell'IA, registrando un rilevante movimento al rialzo delle azioni, tra cui un notevole aumento del +24% il giorno 25 maggio 2023, a seguito di robusti guadagni del primo trimestre e una crescente domanda. Il dominio di Nvidia come produttore di chip per l’IA è stimato superare il 90% della quota di mercato, con i suoi chip ampiamente utilizzati per la costruzione di modelli di intelligenza artificiale e l'integrazione di strumenti di intelligenza artificiale.

Nvidia

Fonte: Tradingview al 2 gennaio 2024

Nvidia ha presentato la sua GPU più potente, la H200, a novembre, progettata per alimentare modelli di intelligenza artificiale per grandi attori come Amazon, Google e Microsoft. Nonostante le preoccupazioni sulle restrizioni degli Stati Uniti sulle esportazioni di chip di intelligenza artificiale in Cina, gli analisti affermano che i guadagni di Nvidia nel boom dell'IA continueranno a contribuire alla redditività. Gli analisti di Jefferies posizionano Nvidia in modo favorevole come la "scelta di franchising", affermando che è in una posizione migliore rispetto ai rivali come Intel e AMD. Mentre i concorrenti fanno progressi, gli analisti di Wedbush sostengono che Nvidia è destinata a emergere come vincitrice nella competizione in corso.

Meta Platforms (META)

Nel 2023, Meta, la società madre di Facebook, ha registrato un notevole aumento delle sue azioni del +211% anno su anno, quasi triplicando mentre si è attivamente immersa nel panorama dell'IA. A febbraio, Meta ha introdotto LLaMA, un Large Language Model (LLM), sfruttando la tecnologia dell'IA per migliorare gli algoritmi e i sistemi pubblicitari.

L'azienda ha sottolineato che l'IA serve come componente fondamentale in tutte le app e servizi di Meta, contribuendo a migliorare le prestazioni, la misurazione e la configurazione delle campagne marketing, come dichiarato in un comunicato ufficiale. Il CEO Mark Zuckerberg ha evidenziato che gli strumenti di raccomandazione basati sull'IA hanno svolto un ruolo cruciale nell'aumentare l'interazione degli utenti sulle piattaforme Meta.

Gli sforzi sull'IA di Meta si sono concentrati principalmente sul miglioramento delle raccomandazioni e dei ranking che alimentano l'intero ecosistema. Gli analisti di CFRA prevedono che nel tempo, Meta possa monetizzare l'IA attraverso iniziative come Llama 2, agenti di intelligenza artificiale e il metaverso. La società esprime ottimismo sulle iniziative di Meta.

Tesla (TSLA)

Nel 2023, Tesla ha registrato quasi il raddoppio delle sue azioni, trainato dalla consolidata posizione dell'azienda nel settore dei veicoli elettrici. Sebbene Tesla non abbia presentato molti progetti significativi di intelligenza artificiale durante l'anno, l'azienda, nota per i suoi veicoli elettrici, fa ampio uso della tecnologia dell'IA per le capacità di guida autonoma. Il CEO Elon Musk, un sostenitore fervente dell'IA, ha sottolineato il suo potenziale trasformativo, immaginando un futuro in cui l'IA può svolgere virtualmente ogni compito.

Tesla

Fonte: Tradingview al 2 gennaio 2024

A luglio 2023, Musk ha lanciato xAI, un'azienda focalizzata sull'IA che opera in stretta collaborazione con X (precedentemente Twitter) e Tesla. L'introduzione di Grok, un chatbot basato sull'IA, è seguita a novembre, anche se al momento non è ampiamente disponibile. Nonostante le solide performance di Tesla, gli analisti di Bernstein esprimono cautela, suggerendo che la vendita allo scoperto di Tesla potrebbe essere la "miglior idea" per il 2024.

Apple (AAPL)

Apple, sebbene non abbia ancora presentato un proprio chatbot basato sull'IA come altre componenti dei Magnificent 7, ha confermato il coinvolgimento attivo con la tecnologia dell'IA, portando a una crescita delle azioni di quasi il 50% nel 2023. In una conferenza sugli utili di maggio, il CEO Tim Cook ha espresso l'impegno di Apple nel tessere attentamente l'IA nei suoi prodotti e ha riconosciuto il lavoro in corso per un potenziale rilascio di un chatbot.

Apple

Fonte: Tradingview al 2 gennaio 2024

Nonostante la presenza relativamente contenuta di Apple nella corsa all'IA, gli analisti prospettano un 2024 redditizio per il gigante tecnologico, alimentato in parte dal successo dell'iPhone 15 che stimola le vendite durante le festività. Gli analisti di Wedbush individuano il prossimo anno fiscale come un'opportunità d'oro per gli investitori di Apple, notando i circa 240 milioni di iPhone a livello globale idonei per un aggiornamento. Questa prospettiva ottimistica indica una ri-accelerazione per Apple nel 2024.

DISCLAIMER

Questo è un disclaimer che afferma che tutto il trading e gli investimenti comportano dei rischi. Fai sempre le tue ricerche e non investire più di quanto puoi permetterti di spendere.

GraniteShares non si assume alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni derivanti direttamente o indirettamente dall'uso di questo blog o dei contenuti. GraniteShares Limited ("GraniteShares") (FRN: 798443) è un rappresentante designato di Messels Limited che è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority.

Questo blog non costituisce un'offerta di acquisto o vendita o una sollecitazione di un'offerta di acquisto di titoli in alcuna società. Nulla di quanto contenuto nel presente documento costituisce consulenza di investimento, legale, fiscale o di altro tipo né si deve fare affidamento su di esso per effettuare un investimento o altra decisione. Non viene fatta alcuna raccomandazione positiva o meno riguardo a singoli titoli o investimenti qui menzionati. Qualsiasi elenco riassuntivo di fattori di rischio non pretende di essere un'enumerazione completa o una spiegazione dei rischi coinvolti in un particolare investimento. I potenziali clienti devono consultare i propri consulenti legali, fiscali e finanziari prima di decidere di investire. Questa email contiene le opinioni dell'autore e tali opinioni sono soggette a modifiche senza preavviso. La fonte dei dati è GraniteShares, salvo diversa indicazione. Non viene fornita alcuna garanzia per l'accuratezza delle informazioni fornite che sono state ottenute da fonti ritenute affidabili. Questa e-mail e le informazioni qui contenute sono destinate esclusivamente all'uso delle persone (o entità che rappresentano) a cui sono state fornite. La performance passata non è un indicatore affidabile dei risultati futuri. Il valore di un investimento può aumentare o diminuire e può comportare perdite, fino alla perdita totale dell'importo inizialmente investito. Gli investimenti possono comportare numerosi rischi inclusi, tra gli altri, rischi aziendali, rischi di mercato generali, rischi di credito, rischi di cambio, rischi di tasso di interesse, rischi geopolitici e rischi di liquidità. Si prega di notare che gli Exchange Traded Products short e con leva finanziaria di GraniteShares sono per investitori sofisticati.